Avezzano – Sicurezza notturna affidata alla polizia locale

Sarà difficile sentirsi sicuri nonostante le recenti affermazioni dell’assessore alla polizia locale e alla sicurezza del Comune di Avezzano, Roberto Verdecchia, in merito all’approvazione del nuovo regolamento sulla video sorveglianza e soprattutto in merito ai controlli più serrati sul territorio cittadino.

Preposti alla tutela della cittadinanza, del decoro urbano e dell’ambiente, come ben si sa, sono gli operatori della Polizia Locale, che saranno super equipaggiati con body cam, dash cam e poi usufruiranno anche dell’utilizzo di droni per le attività di indagine e di prevenzione.

Già a gennaio di quest’anno venne disposto, con una circolare inviata a tutte le questure dal capo della polizia Lamberto Giannini, la dotazione di body cam per i reparti mobili di polizia e dei carabinieri (peccato che siano state, in tutto, poco più di mille n.d.r.) Se la città appare per ora fuori controllo, cosa accadrà in seguito?

L’interrogativo, che non porta sicurezza, scaturisce da una disposizione emessa il 5 agosto dal Ministero degli Interni, per i servizi di ordine e sicurezza pubblica, che già sta facendo discutere, sull’attività della polizia stradale che potrebbe far accrescere un costante disservizio.

Se le pattuglie della Polizia stradale di Avezzano sono preposte esclusivamente al controllo sulla rete autostradale e le forze di Polizia debbono dedicarsi al controllo dell’intero territorio, quello all’interno del centro abitato spetta dunque al personale di Polizia locale, così come viene ribadito dalla su citata circolare del Ministero dell’Interno?

Allora, cosa succede, soprattutto nei fine settimana, quando bisognerebbe attivare la vigilanza e il controllo della affollata “movida”? Sarà compito della Polizia locale che parteciperà con l’orario di lavoro che, da una disposizione di servizio interna, termina alle 20,00?

Deputati a eseguire i controlli amministrativi presso locali pubblici, nei quali si somministrano alimenti e bevande alcoliche, sono proprio gli operatori della Polizia locale in considerazione del fatto che le licenze, per esercitare tali attività, vengono rilasciate dal Comune, così come altre annesse e connesse.
Ormai, dalle proteste degli abitanti del centro di Avezzano è noto che presso molti locali pubblici, durante le ore non solo serali ma anche notturne, musica ad alto volume esce dagli altoparlanti degli impianti stereo. Sono tali esercizi in possesso delle obbligatorie autorizzazioni comunali e della SIAE? chi vigila sul rispetto degli orari di apertura e chiusura degli stessi esercizi? (regole impartite dal sindaco, con apposite ordinanze n.r.d.) Insomma, senza un serio e costante controllo ognuno alla fine sarà libero di fare ciò che vuole, anche di somministrare bevande superalcoliche ai minori.

La disposizione della circolare del Ministero degli Interni trova le forze dell’Ordine sotto organico ormai è risaputo, in tutta Italia, lo stato di emergenza di uomini e mezzi, e questo può trovare giustificazione per alcune inadempienze professionali che scaturiscono dalla grave situazione nata dal blocco dei turn over, ulteriormente aggravato dalla pandemia che ha allungato i tempi di attivazione dei concorsi pubblici: risorse limitate, gravate spesso anche dall’ età elevata.

Questo pericolo è stato sventato per quanto concerne gli operatori della Polizia locale perché, grazie alle assunzioni avvenute anche di recente; non solo la dotazione organica è di un numero consistente ma ha il privilegio di essere formato da personale perlopiù di giovane età. Quindi, con le immagini custodite nelle varie “cam” si potranno visualizzare gli effettivi controlli e, forse, non solo quelli burocratici attivati by night, ma il problema è rispondere alla domanda: quando? Le telecamere di sorveglianza sparse per la città sono del Comune e i video sono monitorati nella stanza controllo nella sede della Polizia municipale sita in via don Minzoni, certo però fino alle ore 20,00. Ma cosa succede se vengono ripresi momenti di una aggressione, di un atto vandalico o di un furto se queste azioni vengono effettuate in orario notturno e se nessuno sporge denuncia? Si potrà apprendere quanto avvenuto solo a inizio del turno la mattina successiva, per cui alle Forze dell’Ordine mancherà l’opportunità di un immediato intervento, constatare la flagranza di reato e attuare un arresto. Non è possibile non volere ammettere che il delinquere è sotto gli occhi di tutti. Tutti igienisti e poi, forse inconsapevoli del grave danno, pronti a servirsi dai venditori di frutta e verdura che, a ridosso delle strade con elevato transito di veicoli, espongono i prodotti sui marciapiedi ad agenti atmosferici ed inquinanti. “ Ministero della Sanità ORDINANZA 2 marzo 2000 G.U.R.I. 8 marzo 2000, n. 56 Requisiti igienico-sanitari per il commercio dei prodotti alimentari sulle aree pubbliche.” Nonostante le varie sentenze della Cassazione Penale – Sez. III, 22 anni disattesi da ogni qualsivoglia controllo!

Per non parlare della ancor più grave situazione di alcuni rivenditori di articoli alimentari che restano aperti tutta la notte, anche fino alle 2,00. Dove nasce il problema? Che se nei locali pubblici la mescita delle bevande alcoliche non può assolutamente essere somministrata ai minori, chi impedisce al personale di un mini market di vendere bottiglie e/o lattine ai giovanissimi senza la responsabilità di dover controllare un documento di identità.

“21 novembre 2021 L’intesa tra Avezzano e Celano per dar vita alla Polizia locale della Marsica, che consacra la collaborazione tra le due maggiori amministrazioni del comprensorio, con porta aperta agli altri Comuni e ad altri servizi in convenzione, diventata realtà. “Oggi, con la firma dell’intesa tra i due Comuni più importanti della Marsica, che porta alla meta il sogno del sindaco, Gianni Di Pangrazio, che ci ha creduto sin dal primo mandato”. Così recita il comunicato pubblicato sul portale istituzionale del Comune di Avezzano. E la città?

E’ davvero attenzionata Avezzano? Davvero è ammesso vedere su Via Ignazio Silone, interessata da un nutrito flusso di traffico, assistere a una famiglia che, con tavolino ben apparecchiato sotto gli occhi di tutti, nelle calde sere estive, gode beatamente della cena sul marciapiedi, proprio lì a pochi metri dalla sede della Polizia Locale? Come può sfuggire l’enorme tir parcheggiato quotidianamente a invadere via delle Olimpiadi? Come ignorare gruppi di ragazzini in pianta stabile di sera tarda nel parcheggio di Acqua& Sapone di via Veneto, che arrivano ad aggredire coetanei? La circolare del Ministero degli Interni porta a limitare gli interventi delle Forze dell’Ordine, come già evidenziato, spetta dunque alla Polizia locale controllare non solo gli illeciti amministrativi, ma anche lo svolgimento della movida cittadina.

Avezzano sarà protetta con la dotazione al personale della Polizia locale di strumentazione tecnologica? Va ricordato che il vigile urbano è un agente della Polizia Municipale che assicura il rispetto delle norme nel territorio del Comune presso il quale è assunto.

Considerazione: una illuminazione meno cimiteriale in piazza Torlonia potrebbe apparire meno claustrofobica e sicuramente meno deterrente ad attraversarla in orario serale, magari anche dopo le 20,00!

Print Friendly, PDF & Email