Avezzano – Ruspe e percorsi Pronto soccorso: l’arch. Babusci rettifica

Abbiamo ricevuto in redazione una richiesta urgente dell’arch. Luigi Babusci con diffida alla pubblicazione di rettifica e pubblica ammenda in riferimento a quanto riportato in un nostro articolo, pubblicato in data 20 novembre a firma di Angelo Venti e Claudio Abruzzo.

Questo l’articolo in cui, in particolare, evidenziavamo i sei mesi intercorsi tra il Decreto legge n° 34 del 19 maggio scorso e la Determinazione 2030 del 17 novembre 2020con cui la ASL1 stanzia 300mila euro per lavori di “Riorganizzazione Layout e dei percorsi dedicati pronto soccorso” nell’ospedale di Avezzano:

RETTIFICA E PUBBLICA AMMENDA

In ottemperanza alla richiesta dell’architetto Luigi Babusci si riporta quanto dallo stesso precisato in merito all’articolo Ospedale Avezzano – Sei mesi e 300mila euro per accendere le ruspe, pubblicato su SITe.it il 20 novembre 2020:

1 – le ruspe al lavoro sul piazzale dell’ospedale non riguardano in alcun modo la progettazione svolta dall’arch. Babusci. Anzi, precisa l’architetto, i lavori di Riorganizzazione Layout e dei percorsi dedicati pronto soccorso devono “ancora essere posti a bando”.

2 – Nell’articolo abbiamo scritto che i lavori di progettazione sono stati aggiudicati con “un ribasso del 7%”. L’arch. Babusci precisa che “in realtà il ribasso è stato del 30%”.

3 – Nell’articolo abbiamo scritto che “L’affidamento è stato assegnato con procedura negoziata, con il principio dell’offerta economicamente più vantaggiosa”. Precisa l’arch. Babusci che “Nel caso di specie si è trattato di Avviso pubblico di manifestazione di interesse”.

4 –Nell’articolo abbiamo scritto: “E senza pubblicazione del bando, naturalmente: si sa, l’urgenza è urgenza”. Precisa l’arch. Babusci che:“il bando è stato pubblicato in data 10 ottobre 2020 come visibile sul portale della Asl 1”:

5 – Nell’articolo abbiamo scritto: “A verificare e validare gli elaborati del Progetto esecutivo è l’ingegner Federico D’Aulerio, in qualità di Responsabile unico del procedimento.” L’arch. Babusci sottolinea che tale frase non corrisponde integralmente al vero. E rettifica, precisando che “il progetto è stato approvato da una apposita commissione di cui, come da normativa, fa parte anche l’ing. D’Aurelio quale responsabile del procedimento”.

In attuazione da quanto previsto dalla legge in materia – nel chiedere scusa all’arch. Luigi Babusci e ai lettori per le imprecisioni evidenziate – si provvede alla pubblicazione delle integrazioni e rettifiche di cui sopra.

La redazione di Site.it

Print Friendly, PDF & Email