Avezzano – Corse clandestine: falsa partenza con gazzelle e pantere, restano in pista i cavalli

Nucleo industriale. Fiato sospeso per la tradizionale corsa clandestina di cavalli della domenica mattina. Ormai è sfida aperta tra i cavalli dei rom da una parte e le gazzelle dei cc e le pantere della Ps dall’altra: in palio il controllo del territorio. Ancora una volta, vincono i cavalli.

A detenere da anni il titolo del controllo di questa parte di territorio sono, indiscutibilmente, gli organizzatori delle corse clandestine di cavalli. Gare illegali che si svolgono sulle strade del Nucleo industriale di Avezzano, nel disinteresse di vigili urbani e istituzioni.

Che il controllo del territorio lo tengono loro, è ormai indiscutibile. E ne danno continuamente prova proprio con queste gare illegali, che vengono impunemente organizzate quasi ogni fine settimana. Come questa, filmata in esclusiva da SITe.it.

GUARDA IL VIDEO:

La gara di sabato pomeriggio

Ieri pomeriggio, con grande sorpresa dei presenti, per la prima volta accanto alle bighe sono scese in pista anche una gazzella dei carabinieri e una pantera della polizia.

E’ lo Stato che finalmente prova a riaffermare il suo controllo sul territorio. Peccato, però, che le forze dell’ordine sono arrivate, a sirene spiegate e con l’ausilio anche dei vigili urbani, a gara già finita. Questo il resoconto della gara di sabato pomeriggio:

La doppia sfida di domenica mattina

Se sabato pomeriggio sono arrivate tardi, questa mattina le forze dell’ordine arrivano in anticipo. Alle ore 10.30, sul nastro di partenza era presente una gazzella dei carabinieri e una pantera della polizia, scalpitanti con i lampeggianti accesi. I cavalli si sono però tenuti a distanza. Guarda la foto:

Avezzano – via Pollaiolo (domenica 9 maggio 2021, ore 10.30)

Falsa partenza: la replica delle ore 13

Non appena Gazzella dei carabinieri e Pantera della polizia spariscono dalla pista, compaiono di nuovo le bighe con i cavalli. Guarda le foto:

L’efficiente “servizio d’ordine” predisposto dagli organizzatori chiude prontamente al traffico le strade del nucleo industriale, impedendo il passaggio degli ignari atumobilisti. E la corsa clandestina si tiene regolarmente. Anche in questo caso, non si conosce il nome del cavallo vincitore.

Print Friendly, PDF & Email