Avezzano – Con il sorcio in bocca: oggi tosaerba in azione a piazza Torlonia

Succedono strane cose nel Municipio di Avezzano. Sono occorse meno di 24 ore al Commissario Passerotti e ai solerti funzionari del Comune per dare finalmente l’ordine di tagliare le erbacce che crescono rigogliose nel parco cittadino. Meglio tardi che mai, verrebbe da dire. Ma questo sarà sufficiente ad evitare la distruzione ?

A sinistra Mauro Passerotti, a destra il Cydalima perspectalis

Da questa mattina a Piazza Torlonia stazionava un camioncino – rigorosamente privo dei contrassegni della ditta – mentre alcuni operai armati di tosaerba e decespugliatore hanno iniziato a sfalciare le erbacce che invadono le aiuole. Vedi foto:

A quanto pare, quello che da mesi dirigenti e impiegati non riuscivano a vedere affacciandosi dalle finestre dei propri uffici, lo hanno invece notato affacciandosi su facebook, dove da ieri circolava il link a questo nostro articolo:

Nell’articolo – pubblicato ieri con tanto di galleria fotografica e che invitiamo a consultare – abbiamo denunciato il grave degrado che in pochi mesi ha distrutto piazza Torlonia: invasione di erbacce, rifiuti di ogni tipo, siepi seccate dai parassiti. Un danno enorme per il più prestigioso giardino cittadino, riqualificato da poco con fondi pubblici.

Intervento tardivo?

Il danno, anche economico, subìto dal parco è incalcolabile: le aiuole dovranno probabilmente subire un trattamento fitosanitario con l’utilizzo di concimi e diserbante selettivo per estirpare le erbacce e ripristinare il manto erboso. Ma per le siepi il danno potrebbe essere irreversibile. Nel parco infatti è impiantata da anni una particolare varietà di siepe di bosso, il Buxus Sempervivens o Bosso Comune, considerata la pianta principe dei tradizionali giardini italiani. Le siepi sembrerebbero attaccate da un micidiale parassita, Cydalima perspectalis o piralide del bosso, particolarmente pericoloso perché può infettare le siepi in tempi brevi e danneggiarle in modo irreparabile: ad oggi, quasi un terzo dei bossi sono stati attaccati dal lepidottero.

L’appalto per la manutenzione del verde

Il parco di Piazza Torlonia è stato inaugurato il 13 ottobre 2018, dopo importanti e onerosi lavori di riqualificazione: nuovi alberi, piante verdi, rifacimento dell’impianto di irrigazione, sostituzione delle siepi, nuovo parco giochi, adeguamento impianto di illuminazione e restauro della fontana centrale. Lavori per un importo di 180mila euro.

Contestualmente alla consegna dei lavori, viene indetto un nuovo bando comunale per la manutenzione delle aree verdi urbane, suddiviso in 5 lotti, per un importo complessivo pari ad €. 2.270.396,32: il lotto numero 5 riguarda proprio Piazza Torlonia. Ad aggiudicarselo,con un ribasso del 32%, la Euphorbia srl di Napoli: contratto triennale, scadenza marzo 2021.

Che la manutenzione non è stata fatta correttamente è evidente. Rumors accreditati all’interno degli uffici comunali confermerebbero che l’azienda che ha in appalto la manutenzione della piazza – e che nel frattempo avrebbe subappaltato il servizio a una ditta locale – sia stata regolarmente pagata dal Comune almeno fino a dicembre.

Apprezziamo la buona volontà del Comune che oggi ha inviato i tosaerba. Sarebbe cosa gradita se Commissario prefettizio e dirigenti comunali fornissero ufficialmente alcune risposte a queste domande: la ditta che ha in appalto la manutenzione del verde di piazza Torlonia, è stata pagata? Chi doveva controllare sull’esatta esecuzione dell’appalto? Chi pagherà per i danni subìti dalla città?

Print Friendly, PDF & Email