Avezzano, altri 11 mila euro a Orizzonte Servizi- J’Accuse di Lanciotti: “una strana storia, secondo atto”

"Danno erariale per il Comune - afferma il giovane consigliere - conferiti alla cooperativa, in soli 4 mesi, incarichi fiduciari per euro 18.605 per prestazioni che potevano essere svolte a costo zero. Mi riservo di interessare magistratura contabile".

COMUNICATO STAMPA

Cambiano i dirigenti ma non gli affidamenti”, inizia così il comunicato del consigliere del Comune di Avezzano Stefano Lanciotti.

Il riferimento è al settore Urbanistica del comune di Avezzano che per mano del dirigente Mauro Mariani, in data 1 aprile 2021, con la Determina n. 381 ha conferito un nuovo affidamento fiduciario del valore di € 11.163 alla Cooperativa Orizzonte Servizi di Avezzano per “l‘affidamento e il supporto al settore urbanistico per la definizione veloce dei procedimenti di accesso agli atti inerenti l’applicazione del sisma ed ecobonus”.

La stessa Cooperativa (iscritta alla Camera di Commercio in data 2 novembre 2020), risulta beneficiaria di un altro affidamento fiduciario disposto sempre dallo stesso settore in data 10 dicembre 2020: si tratta della Determina n. 1150 a firma del dirigente Massimo de Sanctis, relativa a “prelevare i faldoni e fare le copie fotostatiche delle 170 richieste giacenti presso il Settore e relative a pratiche inerenti il sisma bonus 110%”, attività queste che per esplicita ammissione dello stesso De Sanctis “non richiedono particolari competenze e conoscenze”. Il costo per le casse del Comune di Avezzano di questo affidamento è stato di € 7.442.

Alla Cooperativa Orizzonte Servizi sono stati quindi conferiti, in soli 4 mesi, incarichi fiduciari per euro 18.605 per prestazioni che potevano tranquillamente essere svolte a costo zero per lo stesso comune di Avezzano da una parte dei circa 500 percettori di reddito di cittadinanza, alcuni dei quali risultano già coinvolti in attività di supporto allo stesso Comune.

Il Sindaco pro tempore Di Pangrazio titolare tra l’altro della delega Urbanistica, fin dallo scorso dicembre nonostante le mie pressanti sollecitazioni, non ha inteso assumere alcuna iniziativa per attivare uno specifico progetto che coinvolgesse i nostri concittadini percettori del reddito di cittadinanza così come previsto dal Piano di intervento per il contrasto alla povertà approvato all’unanimità del Consiglio Comunale di Avezzano.

Per una valutazione circa un eventuale danno di natura erariale, mi riservo di interessare della problematica la competente magistratura contabile.

Il consigliere comunale Stefano Lanciotti

Print Friendly, PDF & Email