Avezzano, 19 maggio “Giornata nazionale della bicicletta”: il programma di Mobilità sostenibile marsicana

COMUNICATO STAMPA

È proposta ad Avezzano dopo alcuni anni d’assenza la Giornata nazionale della bicicletta.

Essa cade dopo otto, nove mesi di polemiche di tipo politico in cui alcuni recenti lavori pubblici come pista ciclabile e restyling della Piazza – si chiama proprio così e se ne sapeva dal 2014 –, sono divenuti nella mente di vari soggetti il capro espiatorio per i problemi che affliggono il commercio al dettaglio.

Tante strumentali diatribe hanno purtroppo oscurato il completamento della segnaletica (verticale, orizzontale), una cospicua operazione che ha favorito soprattutto gli utenti deboli della strada (disabili, pedoni, ciclisti) nella quotidianità; era attesa in città da decenni e ha ridotto la velocità massima consentita in molte zone oltre a ricavare delle corsie per pedoni lungo alcune strade senza marciapiedi – c’è ancora da fare in tal senso.

Il Comitato mobilità sostenibile marsicano-FIAB invita i marsicani a partecipare alle attività proposte dalle varie associazioni il 19 maggio, una giornata da trascorrere in una zona del Quadrilatero con meno gas di scarico e rumore delle automobili. Noi saremo presenti in piazza del Risorgimento, durante la giornata presso i gazebo ospiteremo la mostra fotografica «Tutti i giorni in bicicletta» di Venezio Venditti, nella mattinata funzionerà una ciclofficina. Sono inoltre fissati tre appuntamenti:

Ore 11,30. Biciclettata in città, con partenza da piazza della Repubblica e arrivo in largo san Bartolomeo, poi visita archeologica, a cura della cooperativa Limes.

Ore 16. Ginnastica propedeutica per andare in bicicletta, con Teresa Di Salvatore.

Ore 18. Incontro-dibattito. Si tenterà un bilancio delle piste ciclabili vecchie, nuove e in progetto con la partecipazione di Crescenzo Presutti (assessore all’Ambiente), Antonello Santilli (WWF Abruzzo Montano), Paolo Bellino (www.rotafixa.it).

Mobilità sostenibile marsicana, il presidente pro tempore Giuseppe Pantaleo

Print Friendly, PDF & Email