Amministrative Avezzano – Centro destra spaccato sul leghista Genovesi

Dopo un anno di Passerotti, si odono i primi cinguettii della campagna elettorale per le amministrative del capoluogo marsicano. Mancano solo pochi mesi alle sospirate elezioni, ma i vari schieramenti ancora devono ufficializzare i loro candidati sindaci.

Se il Centrosinistra sembra desaparecido, il Movimento 5 stelle dovrebbe puntare sull’ex consigliere Francesco Eligi. Ad oggi, l’unico candidato certo è il ‘civicoMario Babbo.

avv. Mario Babbo

Anche i partiti di centro destra sembrano avere le idee poco chiare sulla scelta del candidato sindaco che dovrà sostituire il viceprefetto Mauro Passerotti, che ha riassunto in se ormai da un anno le funzioni di Sindaco, Giunta e Consiglio comunale dopo la caduta dell’amministrazione De Angelis. “Se il centrodestra corre unito, eleggerà il nuovo sindaco cittadino“, commentavano fino a qualche giorno fa autorevoli avventori del bar Samurai. Convinzioni decisamente raffreddate dopo la decisione ‘imposta‘ dalla Lega di candidare, niente di meno, il coordinatore provinciale Tiziano Genovesi in persona.

Tiziano Genovesi e Luigi D’Eramo

L’annuncio era arrivato direttamente da Matteo Salvini durante l’inaugurazione, a L’Aquila, della nuova sede provinciale del partito: “non ci sarà nessun passo indietro – aveva affermato il leader del carroccio – la Lega ha gli uomini giusti: su Avezzano è ora di fare passi avanti“.

I maligni fanno notare come la candidatura di Genovesi sia particolarmente gradita alla politica aquilana. Che per alimentare le chiacchiere ci mette anche del suo, diffondendo questa nota del coordinatore regionale della Lega Abruzzo, Luigi D’Eramo:

Tiziano Genovesi rappresenta una soluzione vincente per il rilancio di Avezzano pur nel rispetto degli equilibri all’interno del centrodestra riteniamo, senza presunzione di sorta, di aver individuato il profilo giusto per affrontare le sfide delicate che attendono la città. Imprenditore affermato nel suo settore, affidabile, giovane, addentrato nella realtà locale. Incarna al meglio il modello del buon governo Lega con cui vogliamo vincere le elezioni e far volare Avezzano. Con gli avezzanesi, del resto, il nostro partito aveva assunto un impegno di rinnovamento e di governo della concretezza“.

Gabriele De Angelis

La candidatura del leghista Genovesi non sembra convincere però gli alleati. Se Forza Italia lancia incoraggianti segnali di apertura, decisamente meno accomodante è la posizione di Fratelli d’Italia, che frena sulla candidatura di Genovesi. Inoltre, secondo rumors cittadini, a minare la solidità della compagine di centro destra ci sarebbe anche il fatto che in molti, all’interno dello schieramento, mal sopporterebbero un’alleanza con l’ex sindaco Gabriele De Angelis, commissario di Forza Italia per la Provincia dell’Aquila, dimissionato giusto un anno fa anche grazie ai voti di alcuni dissidenti meloniani. Non sono da escludere, pensate un po’, eventuali ritorni di fiamma intorno ai nomi di Mario Quaglieri ed Armando Floris.

Uno spaccatura nel centrodestra potrebbe far confluire l’ala degli scontenti verso l’unico candidato che è sia di destra che di sinistra, ma anche di centro: si tratta di Gianni Di Pangrazio, nelle vesti di ‘candidato civico’. Una situazione quindi tutt’altro che chiara che riporta al titolo di un famoso romanzo di Pirandello: “Uno, nessuno, centomila“.

Print Friendly, PDF & Email