Aielli – Domato l’incendio, si indaga sulle origini del rogo

Settimio Santilli (sindaco di Celano):”un plauso ai vigili del fuoco e la protezione civile per l’impegno e la professionalità

E’ stato da poco domato l’incendio divampato nella montagna di Aielli, che si era poi allargarto fino ai confini di Celano, sfiorando il cimitero della città castellana: sul posto unità dei Vigili del Fuoco di Avezzano e della Protezione Civile di Celano che hanno da poco terminato le operazione di bonifica. L’area é stata definitivamente messa in sicurezza.

Il rogo era divampato nel primo pomeriggio di ieri divorando alcuni ettari di sterpaglie e cespugli che coprivano la montagna compresa tra l’abitato di Celano e quello di Aielli: l’incendio, che sembrava definitivamente domato nella tarda serata di ieri, é divampato di nuovo in direzione Celano, alimentato dal forte vento. I Vigili del Fuoco, coordinati da Enzo Albanese, e la Protezione Civile di Celano, hanno lavorato tutta la notte per circoscrivere l’incendio evitando che il fuoco raggiungesse altre aree della montagna dove la vegetazione é piu’ fitta.

Sono stati impiegati nelle operazioni di spegnimento due elecotteri dei vigili del fuoco provenienti da Pescara e un canadair: era atteso anche l’intervento di un altro elicottero modello Erikson, proveniente da Preturo, ma non é stato necessario ricorrere all’utilizzo del mezzo.

Il fuoco sarebbe stato innescato in piu’ punti della montagna, a media costa, quindi non a ridosso della strada provinciale o delle strade limitrofe. Si indaga sulle origini del rogo, che potrebbe essere di orgine dolosa.

Un plauso particolare ai Vigili del Fuoco e la Protezione civile che si sono immediatamente attivati per lo spegnimento dell’incendio – dichiara il sindaco di Celano Settimio Santillili ringrazio personalmente per la professionalità e l’intervento adeguato, sia da terra che dall’aria. Lancio un appello alla popolazione a prestare particolarmente attenzione in questo periodo di forte siccità, con temperature che sfioreranno i 40°, ad astenersi dall’accendere fuochi nel rispetto delle ordinanze comunali e delle misure di prevenzione e rischio di incendi boschivi. Invito i cittadini tutti a segnalare qualsiasi principio di incendio sul territorio, che continuerà ad essere vigilato dalla polizia municipale e dalla protezione civile“.

Print Friendly, PDF & Email