Aeroporto d’Abruzzo – Paolini, presidente Saga, “sospendere Pescara/Milano decisione vergognosa”

Abruzzo, Paolini: sospendere Pescara-Milano decisione vergognosa, dopo lo stop di Alitalia al volo delle 6,50 per calo prenotazioni Pescara.

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di Enrico Paolini – il presidente di Saga, società che gestisce a Pescara l’Aeroporto d’Abruzzo – tocca il tema delle tariffe sui voli per Milano e soprattutto sulla loro sospensione, disposta per l’emergenza Coronavirus fino alla fine di marzo.

COMUNICATO STAMPA

Chiedo l’abbattimento delle tariffe al Governo e chiamo alla mobilitazione le istituzioni locali per salvare l’economia regionale e dell’Aeroporto d’Abruzzo“.
Così il presidente della Saga, società di gestione dell’aeroporto d’Abruzzo Enrico Paolini, dopo la decisione presa dalla compagnia di bandiera Alitalia, di sospendere almeno fino alla fine di marzo, il volo delle 6,50 con Milano, lasciando operativo, invece, quello del pomeriggio.
Una decisione, si legge in queste ore, presa dalla compagnia di bandiera a causa del crollo delle prenotazioni legate all’allarme da coronavirus. “E’ una decisione unilaterale e soprattutto vergognosa – prosegue Paolini – perché se proprio Alitalia doveva sospendere un volo per risparmiare, avrebbe dovuto sospendere il collegamento pomeridiano, sicuramente meno frequentato e poco utile al business giornaliero“.
L’attenzione si sposta poi sulle “tariffe troppo alte e penalizzanti“. “La tratta Pescara Milano, prosegue Paolini ultima, viene venduta a cifre esorbitanti che superano i 300 euro, per un volo frequentato soprattutto per motivi di lavoro, senza il quale si va a danneggiare l’economia di una regione – sottolinea il presidente della Saga – già fortemente provata dal terremoto“.
Di qui, la richiesta di Paolini di del mantenimento di questa linea ed anche l’abbattimento delle tariffe.

***

VAI ALLA SEZIONE SPECIALE – EMERGENZA CORONAVIRUS

***

Print Friendly, PDF & Email