Abruzzo, Testa attacca giornalisti – D’Eramo (Lega): “rispettare diritto di cronaca”

Il rispetto del diritto di cronaca, nei limiti della continenza e della verita’ sostanziale dei fatti, é insopprimibile e non scalfibile in alcun modo“, la risposta del deputato e coordinatore regionale della Lega Luigi D’Eramo alle affermazione del direttore generale Roberto Testa contro i giornalisti abruzzesi, accusati dal manager di aver riportato notizie non rispondenti alla realtà dei fatti, creando così un’immagine distorta della sanità e minando profondamente la fiducia dei cittadini verso l’Azienda Sanitaria Locale Abruzzo 1.

Questo il resto della dichiarazione rilasciata alle agenzie dall’onorevole Luigi D’Eramo:

Se il manager dell’Asl dell’Aquila, Roberto Testa, ritiene che l’azienda sia stata danneggiata da articoli di stampa specifici – conclude D’Eramo – ha il diritto di sporgere denuncia-querela. Viceversa ritengo sia profondamente errato sferrare un attacco generico a tutto il sistema della stampa, in particolare locale, che con sacrificio, abnegazione e spirito di servizio ha raccontato e sta raccontando l’emergenza coronavirus in tutte le sue forme. Una narrazione fondamentale che funge da pungolo per amministratori e politici e da riferimento per la cittadinanza in questo momento di estrema difficoltà. La libertà di stampa va difesa con tutte le forze come presidio di democrazia insostituibile“.

Print Friendly, PDF & Email