Abruzzo – Casini a Sulmona e Sospiri all’Emiciclo. Marsilio: non tutti all’altezza del compito

Non si tratta di un Pesce d'aprile, è invece una pagina nera per l'Abruzzo. Due episodi gravi di cui vergognarsi: a Sulmona il Sindaco contro il ricovero di pazienti Covid nel "suo ospedale", all'Emiciclo il Presidente del consiglio regionale ammaina la bandiera europea

Marsilio non lo cita, ma le parole che ha pronunciato oggi nel corso del consiglio regionale sembrano riferirsi proprio al “caso Sulmona“. Un episodio esecrabile, che ha visto il sindaco Annamaria Casini opporsi al trasporto di alcuni pazienti positivi al Covid 19 nell’ospedale della città.

Il caso riale agli ultimi giorni di marzo. Si trattava del trasferimento urgente di due pazienti affetti da coronavirus provenienti dall’ospedale di Pescara, ormai allo stremo. Dalla Regione l’ordine era tassativo: i due pazienti devono andare nell’ospedale di Sulmona, ma il sindaco Annamaria Casini aveva inviato una dura lettera al governatore Marsilio: “In questo momento il nostro ospedale non è pronto per accogliere pazienti affetti da coronavirus“.

Netto il giudizio del Presidente della regione, nonché commissario per l’emergenza sanitaria in Abruzzo:

Nei momenti di crisi esce il meglio e il peggio. Non sempre le persone sono all’altezza del compito che ci e’ stato assegnato. Io non tollero soggetti che fanno polemiche quando un’autorità sanitaria decide dove si salva una vita. Non ho messo becco in questa vicenda e non permetteò’ ad altri di farlo. Se non lo facciamo è perchè la situazione è molto grave e seria. Di tutto hanno bisogno i nostri medici tranne che di essere delegittimati perche’ qualcuno deve difendere il proprio orticello elettorale.

Abbiamo chiamato la Prefettura e i Carabinieri per far capire che non si scherzava e chi pensa di sdraiarsi davanti al Pronto Soccorso per evitare l’arrivo di un’ambulanza si assume la responsabilità di una vita umana. Le scelte sono fatte in base a ragioni medico sanitarie“.

Presidente consiglio regionale ammaina bandiera Ue

Il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri riesce ad oscurare anche la figura meschina del sindaco di Sulmona. Nello stesso giorno in cui si riunisce a porte chiuse il consiglio regionale, all’Emiciclo è stata ammainata la bandiera europea. E Sospiri pubblica sulla sua bacheca facebook il video con questo commento: “Quando l’Europa tornera’ ad essere la Patria che abbiamo sognato per tutti i popoli, anche la sua bandiera in Consiglio regionale tornerà alla stessa altezza di quella italiana“.

***

VAI ALLA SEZIONE SPECIALE – EMERGENZA CORONAVIRUS

***

Print Friendly, PDF & Email