7. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – I carri e i carretti –

Sono stati un mezzo di trasporto diffusissimo fino a qualche decennio fa; ricordo la mattina presto e la sera, la fila interminabile di carretti e carri trainati da cavalli, muli, asini e buoi provenienti da Lecce, Gioia e Aschi che passavano a Ortucchio davanti casa, in via Portanova, con destinazione le terre di Fucino.

Spesso quelle povere bestie facevano i loro bisogni sulla strada e la piazzetta davanti casa, dove adesso c’è la rotatoria, al tempo era il nostro campetto di calcio per le partitelle pomeridiane e d’estate anche mattutine, campetto rovinato in modo inesorabile … Il fontanile che stava dietro la croce era sosta obbligata.

Sullo stesso argomento leggi anche:

Print Friendly, PDF & Email
Antonino Petrucci
Laureatosi in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma, ha esercitato la professione di architetto per circa trent’anni, oggi insegna alla Scuola Secondaria di Primo Grado presso l’Istituto Comprensivo GIOVANNI XXIII-VIVENZA di Avezzano. Appassionato di storia recente e di politica, è autore di uno studio sulla Riforma Agraria del Fucino, che si articola in 167 tra capitoli e sottocapitoli, pubblicata sui gruppi Facebook “Ortucchio in parole e immagini” e “Luco, ieri e oggi”.