66. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – la ricostruzione di Villa San Sebastiano frazione di Tagliacozzo

La sera del 5 settembre 1955 una frana seppelliva una parte dell’abitato del vecchio borgo di Villa San Sebastiano frazione di Tagliacozzo, distruggendo gran parte delle abitazioni. Durante il forte temporale dalla montagna si staccarono alcune grandi rocce che causarono, rotolando a valle insieme ad una impressionante quantità di acqua e fango, quattro morti, una ventina di feriti, 334 furono gli sfollati.

LA TARGA COMMEMORATIVA A 50 ANNI DALLA FRANA

IL VECCHIO BORGO

IL VECCHIO BORGO OGGI

Il 5 settembre 2005, al 50º anniversario della tragedia, fu organizzata una cerimonia ed eretta una piccola fontana a ridosso del muro esterno di piazza Canova a futura memoria.

IL PROGETTO DEL NUOVO BORGO

Il borgo nuovo venne ricostruito a un chilometro di distanza, più a valle vicino alla strada statale 5 Via Tiburtina Valeria, i lavori furono ultimati negli anni ottanta del secolo scorso. L’Ente Fucino intervenne tempestivamente con tutta la sua organizzazione facendo scattare le prime operazioni di soccorso e di ricostruzione del paese, in collaborazione con l’Ufficio del Genio Civile di Avezzano che si fece carico del progetto redatto dall’ing. Tommaso Orlandi. Trattasi di fabbricati a un piano unifamiliari e in linea a due piani, a blocchi aggregati di quattro e otto alloggi, tutti con ingressi autonomi e di uguali tecnologie costruttive: hanno struttura portante in muratura di pietra listata a faccia vista con ricorsi di mattoni al piano terra e al primo piano, in muratura di mattoni pieni intonacati e tinteggiati.

IL NUOVO BORGO OGGI

Villa San Sebastiano (725 m s.l.m.) è una frazione di poco più di 700 abitanti del comune di Tagliacozzo (AQ) in Abruzzo; è situato ai margini settentrionali dei piani Palentini nella Marsica, alle pendici del monte Aurunzo, una cima della catena montuosa simbruina che segna il confine dell’Abruzzo con il Lazio alle cui pendici è situato Villa San Sebastiano Vecchio, mentre Villa San Sebastiano Nuovo è più a valle (719 m s.l.m.). – Da Wikipedia –

PLANIMETRIA SATELLITARE

Le foto a colori sono state scattate il 27 luglio 2017.

Per consultare la sezione completa della Riforma Agraria del Fucino clicca QUI

Print Friendly, PDF & Email
Antonino Petrucci
Laureatosi in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma, ha esercitato la professione di architetto per circa trent’anni, oggi insegna alla Scuola Secondaria di Primo Grado presso l’Istituto Comprensivo GIOVANNI XXIII-VIVENZA di Avezzano. Appassionato di storia recente e di politica, è autore di uno studio sulla Riforma Agraria del Fucino, che si articola in 167 tra capitoli e sottocapitoli, pubblicata sui gruppi Facebook “Ortucchio in parole e immagini” e “Luco, ieri e oggi”.