64. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – gli ex ammassi

L’Ente Fucino si occupò anche della ristrutturazione e dell’adeguamento alle nuove esigenze produttive di tutti gli ammassi realizzati dall’amministrazione Torlonia. Gli “ammassi” erano delle grandi strutture per la conservazione dei prodotti agricoli, all’epoca grano e patate, ora per lo più abbandonate e lasciate all’incuria del tempo, ad eccezione di quello di San Pelino e quello di Luco dei Marsi. Succedeva che nel periodo della raccolta la grande quantità di derrate prodotte faceva scendere inevitabilmente i prezzi, quindi si immagazzinavano in attesa di tempi migliori. L’inverno favoriva il rialzo dei prezzi, allora il prodotto veniva rinsaccato e venduto. Ricordo che i carretti, i trattori e i camion si avvicinavano a quelle strutture e caricati i sacchi sulla schiena, attraverso ampi corridoi, spesso su “palanche” poco stabili, si svuotava il sacco che qualcuno prima di poggiarlo sulle spalle del lavoratore aveva aperto. Con le patate si faceva una polvere enorme, per ripararsi la schiena si indossava un sacco di iuta aggiustato a mo’ di cappuccio che veniva fissato sulla testa, che fatica, quanto lavoro e quanti sacrifici hanno fatto quei lavoratori, ovviamente l’ammasso non bastava, infatti alla bisogna si usavano cantine, magazzini e rimesse private dei paesi fucensi, l’importante era non fare entrare i riflessi della luce prodotti dalla luna alle finestre, le patate sarebbero diventate verdi.

AMMASSO DI LUCO DEI MARSI

L’ammasso si trova vicino allo stadio, nella parte bassa della cittadina, è costituito da quattro corpi di fabbrica, due grandi e due piccoli, solo uno è utilizzato dalla società che gestisce la raccolta dei rifiuti di Luco dei Marsi; a parte quello utilizzato, gli edifici si trovano in pessimo stato di conservazione e in avanzato stato di degrado.

PLANIMETRIA SATELLITARE
PLANIMETRIA SATELLITARE

AMMASSO DI ORTUCCHIO

L’ammasso di Ortucchio si trova nella parte Sud-Est del paese, tra Via Silicata, Via delle Castagne e Via Camposanto. E’ identico a quello di San Pelino è stato utilizzato fino alla fine degli anni ’80, per l’abbandono da diversi decenni è in cattivo stato di conservazione.

PLANIMETRIA SATELLITARE
PLANIMETRIA SATELLITARE

AMMASSO DI SAN PELINO-PATERNO

L’ammasso di San Pelino – Paterno si trova lungo la Tiburtina Valeria, in direzione Pescara poco prima della biforcazione per Paterno – Celano. E’ identico a quello di Ortucchio ma in stato di migliore conservazione; qualche anno fa è stato acquistato e ristrutturato da un privato cittadino che lo utilizza come deposito per la sua attività.

PLANIMETRIA SATELLITARE
PLANIMETRIA SATELLITARE

AMMASSO DI TRASACCO

L’ammasso si trovava in via Milano, nella parte bassa della cittadina a ridosso del Fucino, era costituito da due grandi fabbricati, oggi resta solo il basamento in pietra, è stato demolito qualche anno fa in quanto dichiarato pericolante dopo il terremoto del 6 aprile 2009. Le foto mostrano l’attuale situazione e come era.

PLANIMETRIA SATELLITARE

STATO ATTUALE

COME ERA

AMMASSO DI VENERE

L’ammasso di Venere si trova nella parte bassa del paese tra Via M. Iezzi e e Via Giulio Cesare, vicino all’Asilo Infantile, è abbandonato da tempo risulta abbastanza degradato.

PLANIMETRIA SATELLITARE

Le foto a colori sono state scattate nel mese di aprile 2017.

Print Friendly, PDF & Email
Antonino Petrucci
Laureatosi in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma, ha esercitato la professione di architetto per circa trent’anni, oggi insegna alla Scuola Secondaria di Primo Grado presso l’Istituto Comprensivo GIOVANNI XXIII-VIVENZA di Avezzano. Appassionato di storia recente e di politica, è autore di uno studio sulla Riforma Agraria del Fucino, che si articola in 167 tra capitoli e sottocapitoli, pubblicata sui gruppi Facebook “Ortucchio in parole e immagini” e “Luco, ieri e oggi”.