59. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – Le “Cooperative” di Ortucchio, Cerchio e San Benedetto dei Marsi

Foto di gruppo degli assegnatari della Piana del Fucino, gli uomini mostrano cartelli con i nomi delle varie cooperative.

Le Cooperative sociali di consumo furono istituite in tutti i comuni del Fucino; il programma prevedeva la gestione collettiva di macchine agricole, l’approvvigionamento di sementi selezionate e il collocamento dei prodotti, inoltre, la distribuzione dei prodotti necessari all’agricoltura quali fertilizzanti, antiparassitari e sementi di foraggere. Per assicurare l’avviamento delle attività, l’Ente provvedeva ad assicurare il finanziamento e metteva a disposizione delle cooperative il personale dirigente necessario, i locali e l’attrezzatura organizzativa. In totale le cooperative dei 10 comuni fucensi erano 34 con 4000 soci assegnatari, federati in consorzio che ne coordinava e integrava le attività. In estate era convocata l’assemblea generale dei soci per l’approvazione del bilancio che si concludeva con una festicciola a base di panini col provolone, una leccornia per quei tempi; gli uomini bevevano il vino della Cooperativa, per noi bambini solo l’assaggio dal bicchiere dei nostri genitori, ovviamente eventi per soli uomini.

La “Cooperativa” di Ortucchio

Due erano le Cooperative di Ortucchio: la “Vallone” con 100 soci e la “Madonna del Pozzo” con 135 soci, avevano sede nell’edificio che inizialmente non era recintato, come è evidente nella foto in bianco e nero dell’estate del 1957; oggi in paese quell’edificio è ancora chiamato “La Cooperativa”. A metà degli anni ’70 le cooperative di consumo, per come andavano i nuovi indirizzi commerciali, vennero dismesse e i dipendenti trasferiti ad Avezzano nella sede centrale dell’Ente. L’edificio come tante altre proprietà dell’Ente Fucino fu messo in vendita e acquistato da un privato cittadino che ha provveduto a eseguire un intervento di manutenzione; attualmente è in disuso e resta come testimonianza del nostro recente passato.

PLANIMETRIA DIGITALE

La Cooperativa di Cerchio

Una era la Cooperativa di Cerchio denominata “Circense” con 290 soci la cui sede aveva la stessa tipologia edilizia di quella di Ortucchio; oggi è utilizzata come SALA MULTIMEDIALE E POLIVALENTE dell’Istituto Comprensivo di Cerchio, a seguito di un recente intervento di ristrutturazione, fornendo così un buon servizio per la Scuola e il paese.

PLANIMETRIA DIGITALE
PLANIMETRIA DIGITALE

La Cooperativa di San Benedetto Dei Marsi

PLANIMETRIA DIGITALE

Quattro erano le Cooperative di San Benedetto dei Marsi: la “Valeria” con 101 soci, “Marruviana” con 91 soci, “Morroni” con 74 soci e “Civita” con 108 soci; la sede, terminata la sua destinazione d’uso iniziale, a seguito di un intervento di adeguamento funzionale, oggi è utilizzata come Banca sin dagli inizi degli anni ‘80.

Le foto a colori sono state scattate nel mese di aprile 2017

Print Friendly, PDF & Email
Antonino Petrucci
Laureatosi in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma, ha esercitato la professione di architetto per circa trent’anni, oggi insegna alla Scuola Secondaria di Primo Grado presso l’Istituto Comprensivo GIOVANNI XXIII-VIVENZA di Avezzano. Appassionato di storia recente e di politica, è autore di uno studio sulla Riforma Agraria del Fucino, che si articola in 167 tra capitoli e sottocapitoli, pubblicata sui gruppi Facebook “Ortucchio in parole e immagini” e “Luco, ieri e oggi”.