48. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – Asilo Infantile a Venere frazione di Pescina

L’asilo, sito in Via M. Iezzi, è stato realizzato nella seconda metà degli anni ’60, oggi è in discrete condizioni di manutenzione anche se inutilizzato da più di venti anni. L’impianto è articolato e segue gli schemi costruttivi degli edifici scolastici realizzati a Cerchio, Collarmele, San Benedetto dei Marsi e Avezzano.

IMMAGINE SATELLITARE

L’edificio presenta i “classici due blocchi”, uno a un piano e l’altro a due, incernierati da un terzo corpo che funge da ingresso, è dotato di ampi spazi all’aperto e di un cortile.

INGRESSO

Anche in questa scuola, si ritrovano le caratteristiche costruttive peculiari e ricorrenti della progettazione di Vittorini: l’ingresso che ha un ruolo sempre significativo evidenziato dall’arretramento rispetto ai corpi principali; i cornicioni di cemento armato a vista, leggermente sporgenti, come a incorniciare il laterizio del muro; la cortina di mattoni in laterizio. Si nota ancora oggi, almeno esternamente e nonostante l’abbandono, l’integrità delle strutture dovuto alla buona esecuzione dei lavori e soprattutto alla scelta di materiali duraturi.

La targa in ricordo dell’edificazione dell’opera

Le foto sono state scattate nel mese di aprile 2017.

Per la rassegna completa della Riforma Agraria nel Fucino clicca QUI

Print Friendly, PDF & Email
Antonino Petrucci
Laureatosi in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma, ha esercitato la professione di architetto per circa trent’anni, oggi insegna alla Scuola Secondaria di Primo Grado presso l’Istituto Comprensivo GIOVANNI XXIII-VIVENZA di Avezzano. Appassionato di storia recente e di politica, è autore di uno studio sulla Riforma Agraria del Fucino, che si articola in 167 tra capitoli e sottocapitoli, pubblicata sui gruppi Facebook “Ortucchio in parole e immagini” e “Luco, ieri e oggi”.