46. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – Asilo Infantile a Cerchio

L’ASILO IERI E OGGI

<<La Scuola è posta in alto a concludere il pendio su cui sorge il paese. Si trova al lato della via che innerva il costruito, tracciata sulla massima pendenza del declivio. Oggi una strada larga, di mezza costa la taglia dal resto dell’abitato. All’arrivo, un’ampia scalinata rende l’edificio architettonicamente unitario: da una parte si incontrano gli uffici del Comune, a due piani e dall’altra la scuola appoggiata sul declivio. Piccole variazioni si notano nei prospetti, specie nelle aperture delle finestre, che però non inficiano le proporzioni dello studiato organismo architettonico. All’interno, le aule si aprono in uno spazio comune a doppia altezza, su cui si affaccia la mensa, collegata attraverso una rampa in cui si ammirano, ancora, la cura del tracciato e delle proporzioni.>> (Da – OMAGGIO A MARCELLO VITTORINI – un archivio per la città – archivio Marcello Vittorini a cura di Angela Marino e Valeria Lupo)

Foto satellitare

IL PROGETTO

Il progetto dell’Asilo Infantile fu redatto a metà degli anni ’50 e fu inaugurato a settembre del 1958.

LE FOTO D’EPOCA

La Scuola oggi è perfettamente funzionante e ben conservata.

Le foto a colori sono state scattate nel mese di aprile 2017.

Print Friendly, PDF & Email
Antonino Petrucci
Laureatosi in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma, ha esercitato la professione di architetto per circa trent’anni, oggi insegna alla Scuola Secondaria di Primo Grado presso l’Istituto Comprensivo GIOVANNI XXIII-VIVENZA di Avezzano. Appassionato di storia recente e di politica, è autore di uno studio sulla Riforma Agraria del Fucino, che si articola in 167 tra capitoli e sottocapitoli, pubblicata sui gruppi Facebook “Ortucchio in parole e immagini” e “Luco, ieri e oggi”.