42. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – Gli edifici scolastici progettati dall’ingegner Marcello Vittorini per il programma degli insediamenti dell’ENTE FUCINO 1950 – 1956

Oltre alle case di abitazione urgeva costruire le SCUOLE per migliorare le condizioni di vita del territorio; l’Ente Fucino si fece carico attraverso la Riforma Agraria anche di questo. I primi progetti dell’ing. Marcello Vittorini riguardarono proprio gli edifici scolastici, ne progettò e realizzò sei tra il 1954 e il 1956, più precisamente: gli asili infantili di Cerchio, Collarmele, San Benedetto dei Marsi e San Rocco ad Avezzano, le Scuole Elementari di Borgo Incile e di Strada 11.

Gli edifici che Vittorini concepisce sono strutture caratterizzate da un impianto tipologico semplici e da canoni stilistici ben riconoscibili, i materiali e le tecniche costruttive sono in bilico tra innovazioni tecnologiche e modo di costruire tradizionale. L’impianto tipologico è caratterizzato dall’aggregato delle diverse funzioni scolastiche riconoscibili anche dall’esterno. I manufatti tutti di forme diverse, a U a L a T, dovute alle loro funzioni  e localizzazione morfologica del terreno, si conformano al contesto, sono progettati e definiti sin nei più piccoli particolari, caratterizzati dalla cortina in mattoni in laterizio a vista.

Una Politica lungimirante avrebbe dovuto creare una formazione professionale diffusa sul territorio fucense con all’apice un POLO UNIVERSITARIO D’ECCELLENZA, penso alla ricerca, alle sperimentazioni, alle nuove tecnologie, ecc. ecc…

IL PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI: i borghi, le scuole e i servizi sociali

Nel libro OMAGGIO A MARCELLO VITTORINI – UN ARCHIVIO PER LA CITTÀ- a cura dell’archivio che porta il nome del professionista sorta dopo la sua morte, oltre alla ricostruzione della carriera professionale è narrata tutta l’esperienza degli edifici scolastici realizzati in quegli anni nel territorio fucense.

In seguito l’Ente Fucino costruì, fino a metà degli anni ’60, gli asili infantili di Venere dei Marsi e Borgo Via Nuova ad Avezzano; le Scuole Elementari San Giuseppe di Caruscino e quella di Borgo Strada 14 a Celano e le due Scuole Professionali per l’Agricoltura a San Benedetto dei Marsi e Balsorano. Discorso a parte meritano le due Scuole Professionali di San Benedetto dei Marsi e Balsorano: due bellissime strutture ormai preda dell’incuria e dell’abbandono, amara è la riflessione che viene da fare; in una zona a vocazione AGRICOLA sarebbe NATURALE avere quel tipo di Scuole per la formazione professionale considerando  i molteplici sbocchi occupazionali. Oggi il compito è demandato soltanto all’Istituto Professionale per l’Agricoltura “A. Serpieri” di Avezzano, in una situazione difficile e spesso preda dei pregiudizi.

Print Friendly, PDF & Email
Antonino Petrucci
Laureatosi in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma, ha esercitato la professione di architetto per circa trent’anni, oggi insegna alla Scuola Secondaria di Primo Grado presso l’Istituto Comprensivo GIOVANNI XXIII-VIVENZA di Avezzano. Appassionato di storia recente e di politica, è autore di uno studio sulla Riforma Agraria del Fucino, che si articola in 167 tra capitoli e sottocapitoli, pubblicata sui gruppi Facebook “Ortucchio in parole e immagini” e “Luco, ieri e oggi”.