38. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – Borgo Strada 14 CELANO

Borgo Strada 14 di Celano  fu costruito agli inizi degli anni ’60 e completato nel corso del 1965 con l’ultimazione della chiesa, della scuola e di altri servizi pubblici.

Immagine satellitare del Borgo

Il modello progettuale proposto per il nuovo insediamento, in contrasto con le norme ministeriali allora vigenti che prevedevano insediamenti sparsi, è del tipo accentrato. Pensato per la vita di comunità, è formato da un nucleo centrale di edifici pubblici a carattere sociale, commerciale e culturale e un nucleo residenziale creato dalla ripetizione di due tipi edilizi. Il tessuto abitativo in alcune zone si apre in ambienti di incontro e di sosta, spazi necessari per la vita associata dei residenti.Sono insediamenti unitari da un punto di vista urbano, edilizio e costruttivo, caratterizzati dalla coesione tra disegno urbano e architettura. Contraddistinti da caratteri specifici e da una propria identità, contengono la memoria storica delle condizioni abitative locali rispondendo al contempo alla condizione rurale moderna in linea con le ricerche teoriche e le esperienze progettuali della cultura architettonica italiana del dopoguerra. In particolare le tipologie residenziali sono caratterizzate da edifici bifamiliari a schiera, ad uno e due piani, comprensivi di lotti di terreno coltivabile con stalle e accessori. I fabbricati a due piani sono rifiniti con intonaco liscio e tinteggiati, mentre quelli a un piano presentano una cortina in mattoni di laterizio.

CHIESA DELLA MADONNA REGINA DELLA PACE, PIAZZA, SCUOLA E SERVIZI La chiesa è a navata unica, realizzata in cemento armato e ultimata nel 1965. La facciata ha un disegno simmetrico che termina con il profilo del tetto a due falde; si accede alla chiesa tramite una piccola  gradinata. I muri laterali sono rivestiti in mattoncini nella parte bassa e intonacati nella restante parte.

Le foto sono state scattate nel mese di Aprile 2017

Print Friendly, PDF & Email
Antonino Petrucci
Laureatosi in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma, ha esercitato la professione di architetto per circa trent’anni, oggi insegna alla Scuola Secondaria di Primo Grado presso l’Istituto Comprensivo GIOVANNI XXIII-VIVENZA di Avezzano. Appassionato di storia recente e di politica, è autore di uno studio sulla Riforma Agraria del Fucino, che si articola in 167 tra capitoli e sottocapitoli, pubblicata sui gruppi Facebook “Ortucchio in parole e immagini” e “Luco, ieri e oggi”.