29. LA RIFORMA AGRARIA NEL FUCINO – gli essiccatoi

Nei processi di produzione dello zucchero da barbabietola, la parte ricca di saccarosio è concentrata nelle sue radici, più precisamente nella parte interrata del frutto,  il resto è polpa utilizzata come foraggio in forma fresca o essiccata.

I processi di essiccazione sarebbero dovuti avvenire nei due stabilimenti di Strada 46 ad Avezzano e di Strada 30 a Ortucchio, mai entrati in funzione.

Gli stabilimenti sono identici, furono realizzati a metà degli anni ’60, presentano strutture reticolari in profilati d’acciaio, i progetti furono redatti dall’ing. F. Capranica.

ESSICCATOIO DI STRADA 46 AD AVEZZANO

Lo stabilimento è in buono stato di conservazione: uno degli edifici è attualmente utilizzato da una società privata.

ESSICCATOIO DI STRADA 30 A ORTUCCHIOE’ abbandonato da decenni infestato da piante ed erbacce, unitamente all’alloggio del custode, si presentano entrambi in pessimo stato di conservazione.

Fonte ARCHIVIO DI STATO SEZIONE DI AVEZZANO

Print Friendly, PDF & Email
Antonino Petrucci
Laureatosi in architettura presso l’Università La Sapienza di Roma, ha esercitato la professione di architetto per circa trent’anni, oggi insegna alla Scuola Secondaria di Primo Grado presso l’Istituto Comprensivo GIOVANNI XXIII-VIVENZA di Avezzano. Appassionato di storia recente e di politica, è autore di uno studio sulla Riforma Agraria del Fucino, che si articola in 167 tra capitoli e sottocapitoli, pubblicata sui gruppi Facebook “Ortucchio in parole e immagini” e “Luco, ieri e oggi”.