Pereto – Successo di pubblico all’ inaugurazione della Mostra d’Arte Contemporanea “TransumasArte”

Exif_JPEG_420

COMUNICATO STAMPA

Si è svolta con successo l’8 Agosto l’inaugurazione della Mostra d’Arte Contemporanea “TransumansArte-Memorial Maestro Bruno Merlino”, alla presenza di un folto pubblico intervenuto per l’occasione in via San Salvatore. L’evento è stato presentato da Micaela Merlino che ha voluto ricordare alcuni aspetti della produzione pittorica in stile iperrealista del padre, e il suo costante impegno nel promuovere e organizzare mostre personali e collettive anche a Pereto, eventi che riscossero sempre grande interesse e apprezzamento. Ha poi illustrato alcuni aspetti delle opere degli altri artisti presenti, in particolare quelle di Massimo De Santis, allievo del maestro Merlino, che ha presentato alcune belle opere di ispirazione iperrealista, ed una nella quale ha colto un caratteristico aspetto del Rione Paghetto di Pereto, paese nel quale abitò parecchi anni insieme alla sua famiglia. Parole di encomio sono state rivolte anche al bravo pittore figurativo Angelo Capuzzi, giunto in Abruzzo dal viterbese, il quale ha presentato, tra le altre, due interessanti opere d’arte sacra. Un plauso e un particolare ringraziamento per la sua partecipazione sono stati riservati al fotografo peretano Mario Toti, presente con una selezione dei suoi scatti più suggestivi, tra i quali alcuni raffiguranti aspetti singolari del paesaggio naturale peretano.

Ha preso poi la parola il Sindaco Giacinto Sciò per i saluti istituzionali, ai quali ha aggiunto il suo particolare apprezzamento per l’evento, e il suo incoraggiamento affinché anche in futuro siano organizzate mostre d’Arte che possano ricordare degnamente la memoria di Bruno Merlino. Dopo di lui l’intervento del prof.re Carlo Iannola, che è stato tra i primi estimatori dell’arte del Maestro, del quale presentò molte mostre sia a Pereto che in altre luoghi e per il quale scrisse numerosi articoli.


Prendendo spunto dal quadro “Il tratturo e la macera”, esposto alla mostra, ha sottolineato come l’occhio sensibile e attento al particolare di Bruno Merlino è riuscito sempre a cogliere elementi della semplice quotidianità, che però grazie alla sua profonda sensibilità e alla sua formidabile capacità compositiva è riuscito a nobilitare artisticamente. Come originale corollario all’Arte figurativa, la mostra presenta anche una selezione di poesie di Micaela Merlino insieme a liriche in dialetto peretano di Mario Toti, e in occasione dell’inaugurazione alcune di queste poesie sono state declamate dal prof.re Carlo Iannola. La mostra sarà visitabile fino a Domenica 11 Agosto (ore 17.00-20.00).

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email