PASTICCIO AVEZZANESE – Il “Martello” scrive, l’amministrazione comunale rinvia l’approvazione

Quello successo ieri nel consiglio comunale di Avezzano ha dell’incredibile. Convocata per il pomeriggio del 29 settembre, l’assise pubblica era chiamata ad approvare la proposta di deliberazione avente ad oggetto “Project financing di realizzazione parcheggio pubblico interrato in Piazza Matteotti e Martiri di Capistrello. Approvazione proposta del promotore“.
A ventiquattr’ore dall’inizio del Consiglio comunale, l’editore de Il Martello del Fucino invia una circostanziata diffida a mezzo posta elettronica certificata agli organismi comunali competenti, che  consigliamo di leggere integralmente. [ scarica il pdf della lettera integrale ]

Nella diffida si invitano i consiglieri a non accettare la convenzione in quanto “illegittima e svantaggiosa per l’interesse pubblico, e in quanto non preceduta da un’adeguata istruttoria degli Uffici Comunali“.
La lettera inizia con il rappresentare ai consiglieri che “la proposta della Società promotrice “A.J. Mobilità S.r.l.” – attinente all’intervento di project financing per la realizzazione di parcheggi interrati – non è in nessun modo passibile di positiva considerazione, e che l’approvazione della medesima sarebbe atto illegittimo, contrario all’interesse pubblico e fonte di un grave pregiudizio per la collettività. La proposta in oggetto è stata presentata come se fosse “a costo zero” per il Comune, mentre prevede in realtà pesantissimi oneri a carico dell’Ente Locale e della collettività cittadina.
Nella diffida l’editore de Il Martello elenca poi tutti i punti poco chiari e conclude  lapidariamente con questa esortazione ai consiglieri: “respingere la proposta di project financing in quanto illegittima, e comunque gravemente lesiva degli interessi pubblici, dato che comporta la privatizzazione di spazi pubblici per lucro esclusivo del privato, un grave danno per le casse comunali, e condurrebbe alla stipula di un rapporto concessorio-convenzionale svantaggioso e illegittimo; che non si proceda a un voto frettoloso, ma che ogni Consigliere abbia la possibilità di esaminare tutti i documenti che fanno parte della proposta della AJ Mobilità, di informarsi sulla normativa settoriale, e di verificare tutti gli aspetti di criticità evidenziati; di adottare ogni atto utile affinché Piazza Martiri di Capistrello venga valorizzata come area archeologica. Si fa presente – conclude la lettera diffida che il voto del singolo consigliere implica responsabilità personale, e che in presenza di una formale e analitica diffida nessuno potrà dire che non era informato di quanto sopra.

L’editore pescinese chiude la lettera chiedendo espressamente  al segretario comunale di acquisire la  nota al protocollo dell’Ente e di assicurare la sua “diffusione ai consiglieri comunali, nelle modalità di rito, in tempo utile per la seduta del consiglio comunale“.

A quanto pare l’amministrazione comunale non si da per vinta e nel pomeriggio di mercoledì, vigilia del consiglio comunale, convoca di nuovo la commissione urbanistica e cambia l’oggetto l’ordine del giorno dell’assise e tenta comunque di far approvare una dichiarazione di pubblica utilità.  La discussione si fa animata e alla fine l’amministrazione accetta di rinviare tutto a un nuovo consiglio comunale, riconvocato per il 5 ottobre.

In attesa delle prossime puntate, nel video che segue quanto successo durante il consiglio comunale. Vedere per credere.

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email