Palazzo Torlonia – Il verso della direzione

Domenica 15 aprile, nel palazzo Torlonia in collaborazione con la Proloco di Avezzano è stato proposto il romanzo Il verso della direzione, opera prima di Sergio Pietraforte, (edizioni Il Viandante di Arturo Bernava), con il contributo critico del prof. Ilio Leonio e la presentazione del critico d’arte Dr. Marcello Lucci. L’attore Cesidio Taricone ha dato vita, con abile lettura, ad alcuni brani tratti dal romanzo.

salaLa Libertà e l’Amore bastano per vivere come due sole gambe bastano per camminare. La libertà non preclude nulla a nessuno, ti permette di prendere la direzione che vuoi, ma solo l’amore dà il verso giusto alla direzione che prendi”. Con queste parole la quarta di copertina descrive l’essenza della narrazione.

Il contesto storico e sociale delle ambientazioni si sviluppano in un piccolo centro rurale dell’entroterra abruzzese, a partire dagli anni 50/60. L’autore ha conosciuto e riconosciuto come amico il protagonista di questo racconto. Il verso della direzione è un romanzo che racconta una storia vera, densa di emozioni e con alcuni risvolti anche divertenti. Elmo, il protagonista del romanzo, incoraggiato da una incontenibile esigenza di libertà, vissuto tra i due mondi, Europa e America Latina.

Il Prof. Ilio Leonio e il Dr. Lucci hanno saputo magistralmente interpretare i contenuti del romanzo.

La struttura narratologica è tale per cui l’intreccio è perfettamente strutturato, il linguaggio ordinario, semplice, analitico e puntuale, senza voli retorici. L’autore usa il linguaggio della quotidianeità ben articolato e non mancano momenti evocativi.

Presenza costante nella narrazione è la natura che avvolge accerchia e accarezza i personaggi, rende cosmiche le pulsioni umane e a volte le scatena”.

La storia di libroquesto libro nasce dal contesto, storico culturale ed ambientale, cosi come l’opera di Silone e, la più attuale, opera della Donatella di Pietrantonio. Elmo nasce sotto il segno dell’incomprensione e dalla mancanza della affettività alla mercé della coercizione paterna, di un padre padrone. Elmo si oppone alla barbarie dell’oppressione e dell’ignoranza, è un uomo come tanti ma si mette a nudo contro la famiglia, la società, contro gli stessi amici emigranti. Il protagonista del romanzo ha la tendenza a superare i confini dati e andare oltre, alla ricerca di nuove frontiere. Il libro è fortemente ancorato a questa visione, ossia di superare i conformismi entro i quali ci relega la società. Nel testo emerge anche l’atteggiamento ludico di Elmo, si alterna lo spirito razionale e lo spirito ludico, che rasenta il delirio. Nel libro convivono l’homo faber, capace di creare e costruire e l’homo ludens, caratterizzato da una naturale tendenza al gioco.

Il Libro è intriso di storie nella storia, ricco di affascinanti e suggestive citazioni sia di arte visiva che musicali, da Wagner a Verdi fino alla musica più attuale.

Come diceva Balzac “il personaggio di un libro è uno che va fino in fondo a se stesso”. Così è Elmo.

L’autore con il suo componimento ha voluto porre in atto il riscatto della condizione umana, per senso di verità e giustizia nei confronti di un uomo qualunque, di un uomo emarginato dalla società piccolo borghese del nostro tempo.

Sergio L. Pietraforte, nasce a Pratola Peligna (AQ), Laureato in Architettura a Firenze, non ha mai trascurato gli interessi per la letteratura che ritiene importanti anche per l’impostazione progettuale. Attualmente lavora presso la Soprintendenza monumentale e paesaggistica per l’Abruzzo. Il verso della direzione è scritto con la sensibilità e la creatività che appartengono ad un architetto.

La casa Editrice Edizioni Il Viandante ha scelto di non chiedere nessun contributo ai propri autori per la pubblicazione dei loro libri.

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email
Katia Agata Spera
Agata Spera, alias Katia Agata Spera, nasce a Castelvecchio Subequo il 27 febbraio 1963, vive ad Avezzano (AQ). È laureata in Scienze Biologiche, è ricercatrice in biotecnologie, nel ruolo tecnico, presso l’Università degli Studi di L’Aquila. È coautrice di molteplici pubblicazioni scientifiche in ambito biotecnologico su riviste internazionali https://www.scopus.com/authid/detail.uri?authorId=6603105801 La scienza, l’arte e la letteratura sono i suoi interessi. È altresì autrice di racconti e poesie. Il suo primo romanzo è Riprenditi La Vita (Anfiteatro Editore).