Operazione Caligola: Ecosfera, un anno dopo

Ripubblichiamo un articolo già pubblicato nell’edizione cartacea di SITe.it del dicembre 2010, insieme al dossier di Libera “Abruzzo, la fine dell’isola felice“. A breve nuovi particolari sull’inchiesta.

Dopo le polemiche sul vicecommissario Cicchetti, ora è bufera su Enrico Nigris. Sono questi gli «strumenti per ripartire»?

Prima le contestazioni per la nomina a vicecommissario per la ricostruzione di Antonio Cicchetti, già destinatario di una condanna definitiva della Corte dei Conti. Ora alla Struttura tecnica di missione diretta da Gaetano Fontana.
Istituita nel dicembre 2009 per supportare Chiodi «nella definizione delle strategie di ricostruzione – la struttura ha anche il compito di – garantire trasparenza e conformità delle attività da svolgere“.
Braccio destro di Fontana è Enrico Nigris, su cui da giugno pende una interrogazione a risposta scritta (la n.4-07503) presentata dagli onorevoli Barbato, Di Virgilio, Zazzera e Formisano.

Questo il testo:
“Esosfera spa è una società di servizi di consulenza della pubblica amministrazione che, per molti anni, ha svolto, con continuità, attività di assistenza tecnica nei confronti del Dipartimento per il coordinamento dello sviluppo del territorio del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti («Di.Co.Ter»);
come si evince dalla lettura di diversi organi di stampa, la predetta società ed alcuni suoi azionisti sono stati e continuano ad essere attualmente oggetto di diverse indagini condotte dalla magistratura sia in relazione a presunti legami con organizzazioni di stampo mafioso, sia in relazione ad un loro presunto coinvolgimento nell’ambito dell’inchiesta che è stata avviata nei confronti dell’ex presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici, Angelo Balducci, e dell’imprenditore Diego Anemone;
in data 20 aprile 2010 è apparso sul quotidiano la Repubblica Cronaca di Roma un articolo recante il titolo «la superlobby di Alemanno affari milionari e trasparenza zero» dove si leggono notizie di eccezionale gravità riguardanti appalti milionari e assegnati dal comune di Roma quasi esclusivamente con affidamenti diretti, ovvero senza gara pubblica, che coinvolgono direttamente la citata società Ecosfera spa;
l’architetto Enrico Nigris, già presidente di Ecosfera spa, nonché azionista della controllante di Ecosfera spa, Ecosfera Gruppo spa, secondo quanto risulta agli interroganti, da alcune settimane, starebbe svolgendo attività di consulenza per il Capo della struttura tecnica di missione del Commissario delegato per la ricostruzione della regione Abruzzo, partecipando a riunioni con i rappresentanti degli enti locali e redigendo importanti documenti di particolare delicatezza che riguardano la ricostruzione della città dell’Aquila -:
se siano a conoscenza di quanto descritto in premessa e, in tal caso, quali siano stati i criteri e le modalità seguiti ai fini del conferimento del citato incarico di consulenza nei confronti dell’architetto Enrico Nigris per la struttura tecnica di missione del Commissario delegato per la ricostruzione della regione Abruzzo;
quali siano i motivi per i quali una struttura così importante, quale appunto la struttura tecnica di missione del Commissario delegato per la ricostruzione della regione Abruzzo, si avvalga dell’attività di consulenza da parte di soggetti al vertice di società nei confronti delle quali la magistratura ha avviato indagini giudiziarie di particolare rilievo sul piano nazionale.”

Insomma, con questi chiari di luna, non è che ci sia proprio da stare tranquilli.

Tratto da: SITe.it edizione stampata – numero zero dicembre 2010

Per scaricare il file pdf della rivista CLICCA QUI

File pdf del Dossier di Libera sull’Abruzzo CLICCA QUI

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email