Megachip: “Appello ai portuali, boicottare le navi che trasportano rifornimenti di armi in Israele”

Pubblichiamo l’appello integrale lanciato dall’associazione Megachip e pubblicato sulla homepage del loro sito ufficiale:

A TUTTI I PORTUALI, boicottare LE NAVI che trasportano rifornimenti MILITARI IN PARTENZA PER ISRAELE

Roma 14 gennaio 2009

La scellerata offensiva israeliana contro la popolazione palestinese di Gaza non si ferma. I morti sono quasi mille e il numero sembra destinato a salire. Un terzo sono bambini.
La responsabilità di questi atti non è solo del governo israeliano, ma anche di quanti ne appoggiano e ne aiutano l’operato. Anche di coloro che alzano le spalle e fingono di ignorare.
Gli Stati Uniti stanno gestendo i rifornimenti via mare per l’esercito di Tel Aviv, che da quasi 20 giorni sta bombardando civili inermi nella zona di Gaza.
Dai porti europei sono già partite navi cariche di armi e munizioni e altre ne partiranno alla volta di Israele.
L’associazione Megachip lancia un appello rivolto a tutte le organizzazioni sindacali dei lavoratori portuali, che possono boicottare il sostentamento della guerra e fare tutto il possibile per fermare le navi mercantili, con carichi militari, di qualunque nazionalità, in partenza per Israele dai porti italiani.
Sta succedendo in Grecia in questi giorni ed è già successo a Livorno nel 2003, quando i portuali attuarono iniziative analoghe contro l’imbarco di mezzi militari americani verso la guerra all’Iraq.

È un’azione concreta e possibile, una pratica efficace per ostacolare questa strage. Ognuno può fare la sua parte.

[ Tratto dalla home page di megachip: http://www.megachip.info/index.php ]

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email