Maxi inchiesta appalti illuminazione pubblica: ex assessore Bianchini rinuncia alla prescrizione

Maurizio Bianchini
L’ex assessore del comune di Avezzano, Maurizio Bianchini, che figura nell’elenco dei rinviati a giudizio nella maxi inchiesta sugli appalti della pubblica illuminazione in diversi comuni marsicani, ha diffuso un comunicato con cui ribadisce la sua estraneità ai fatti contestati e annuncia l’intenzione di rinunciare fin da ora alla prescrizione. Di seguito il comunicato di Maurizio Bianchini.

COMUNICATO STAMPA

Ex assessore Bianchini rinuncia alla prescrizione
All’esito del decreto che dispone il rinvio a giudizio emesso anche nei miei confronti per l’udienza del 10 ottobre 19 desidero ribadire con fermezza la mia assoluta estraneità ai fatti che mi vengono ascritti ( e di non aver mai chiesto al Capogna o ad altri di assumere presso la sua azienda il Sig .Innocenzo Ranieri, all’epoca dei fatti consigliere comunale ed altro soggetto a me totalmente sconosciuto).

L’amarezza riguarda il lasso di tempo che mi separa dalla affermazione della Giustizia che concorrerà soltanto a far maturare la prescrizione. Ho pertanto anticipato al mio di difensore Avv. Roberto Verdecchia la mia ferma decisione di rinunciare alla prescrizione per approdare ad una sentenza di assoluzione nel merito.

Maurizio Bianchini



Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email