I trenta denari di Valle dei fiori

scansione0055web.jpg

Nel giugno dell’anno scorso ci facemmo parte diligente di riepilogare quali fossero i benefici che la discarica appettata a Pescina (San Benedetto dei Marsi e Venere) avrebbe apportato alle asfittiche casse dell’ente Comune di Gioia dei Marsi:


PATTI ACIAM S.p.A.- COMUNE DI GIOIA DEI MARSI
PER VALLE DEI FIORI

CORRISPETTIVO DEL DIRITTO DI SUPERFICIE
Le parti concordano che il canone complessivo per l’intera durata della concessione dell’area di 36 (trentasei) anni è pari ad € 900.000,00 (euro novecentomila/00) così suddivisi […]: per le annualità 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016 il canone di concessione ammonta ad € 50.000,00 (euro cinquantamila/00) per ciascun anno; per le annualità dal 2017 e sino alla scadenza dell’anno 2046 il canone di concessione ammonta ad € 20.000,00 (euro ventimila/00) per ciascun anno

CORRISPETTIVI
A.C.I.A.M. S.p.A., in conformità alla Delibera Regionale n° 735 del 04/12/2009 e s.m.i ed in ottemperanza a quanto deliberato nel consiglio di amministrazione di A.C.I.A.M. S.p.A. n°13/10 del 16/11/2010 verserà al Comune un importo di Euro 3,67 per ogni tonnellata di rifiuto smaltito nella discarica opportunamente rivalutato a far data dal 04.12.2009 […] e per tutta la durata della vita utile della stessa. La somma presumibile, in base allo storico dei quantitativi conferiti nelle discariche da A.C.I.A.M. S.p.A. nell’anno 2010 che ammonta a circa 55.000,00 tonnellate, è pari ad Euro 201.850,00 (diconsi Euro duecentounomila ottocentocinquanta virgola zero)

CONFERIMENTI RIFIUTI URBANI DEL COMUNE DI GIOIA DEI MARSI
Le parti concordano che i rifiuti urbani (CER 200301) prodotti su tutto il territorio del Comune di Gioia dei Marsi e trattati ai sensi del D.Lgs 36/03 presso l’impianto di Aielli e successivamente smalti presso la discarica di Gioia dei Marsi, verranno conferiti, per tutta la vita utile della discarica (vedi anche punto 11.5) a titolo gratuito dal Comune presso l’impianto di trattamento meccanico biologico di Aielli. Le parti concordano inoltre che, i rifiuti ingombranti (CER 20.03.07), pneumatici fuori uso (CER 16.01.03), imballaggi in plastica (CER 15.01.02), imballaggi in materiali misti (CER 15.01.06), carta e cartone (CER 20.01.01), abbigliamento (CER 20.01.10), prodotti tessili (CER 20.01.11), batterie e accumulatori (CER 20.01.33*), apparecchiature contenenti sost peric. (CER 20.01.35*), apparecch.elettr./elettroniche (CER 20.01.36), legno (CER 20.01.38), plastica (CER 20.01.39), metallo (CER 20.01.40) apparecchiature fuori uso contenenti CFC (CER 20.0123*) prodotti e/o rinvenuti su tutto il territorio del Comune di Gioia dei Marsi saranno smaltiti mensilmente dopo essere stati stoccati in appositi container e/o scarrabili che ACIAM S.p.A. metterà a disposizione e da ubicarsi in area di proprietà comunale opportunamente individuate. Gli stessi verranno raccolti, ovvero, conferiti a titolo gratuito, fino alla concorrenza di Euro 12.000,00 (IVA compresa) e per tutto il periodo di vita utile della discarica, presso gli impianti autorizzati, di proprietà e/o convenzionati con A.C.I.A.M. S.p.A.

[ IL MARTELLO DEL FUCINO 2011-10 ]

Potrebbe suonare paradossale ma la nostra opposizione al progetto crediamo stia avvantaggiando Gioia dei Marsi in quanto più la realizzazione si fa complicata e più il consenso prestato all’intervento meriterà un corrispettivo maggiore (lecito, per carità) e non sapremmo dire esattamente sin dove l’osceno connubio si sia spinto nel corso dell’ultimo anno e quali vette di abiezione toccherà prossimamente (osceno perché si è arrivati a contemplare una soglia di differenziato sotto i limiti minimi di legge per far decorrere un beneficio / ma il discorso sarebbe lungo e… molto astioso). Nel programma elettorale del sindaco uscente e appena riconfermato, Gianclemente Berardini da Aschi, si legge, che tra i suoi maggiori obiettivi, vi sarà quello di:

«Completare, per quanto ci riguarda, le mere operazioni sottoscrizione delle convenzioni con ACIAM Spa relative alla discarica in “Valle dei fiori”, discarica consortile per sovvalli, a basso tasso di inquinamento e ad alta rendita economica, con il raggiungimento definitivo dell’obiettivo principale di dare una risposta territoriale su larga scala al problema dei rifiuti e la contestuale principe rendita dovuta all’azzeramento delle tasse di smaltimento per i cittadini di Gioia dei Marsi. Perno dell’attività complessiva sarà ovviamente la campagna fortissima dedicata alla raccolta differenziata, in particolare sinergia con le Scuole locali».

Oltre all’evidente impudenza della “risposta territoriale su larga scala” (e a quel “per quanto ci riguarda” che testimonia sia insorto almeno qualche dubbio sul buon esito del colpaccio), preme sottolineare come, per non sapere né leggere né scrivere, con il programma triennale delle opere pubbliche appena approvato per il trienno 2012-2014, il Comune di Gioia abbia comunque cominciato a pensare a come ripartire il bottino. Quelle che seguono sono le idee estrapolate da quel documento, che speriamo non vedano mai realizzazione:

COMUNE DI GIOIA DEI MARSI
SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI 2012/2014

[n. 3/2012]
Arredo e Viabilità Via Duca degli Abruzzi
(3- CAPITALE PUBBLICO E/O PRIVATO)
ACIAM + Imerys = € 150.000 / € 80.000,00
TOTALE €. 230.000,00

[n. 6/2012]
Implementazione aree verdi Ostello e Laghetto di Aschi
(3- CAPITALE PUBBLICO E/O PRIVATO)
€ 150.000,00 (ACIAM)
TOTALE €. 150.000,00

[n. 1/2013]
Decoro e arredo area tra i cimiteri di Gioia dei Marsi e Casali di Aschi
(3- CAPITALE PUBBLICO E/O PRIVATO)
ACIAM + Imerys = € 130.000,00
TOTALE €. 130.000,00

[n. 2/2013]
Redazione “Piano di recupero” in località Gioia Vecchio
(3- CAPITALE PUBBLICO E/O PRIVATO)
(Imerys+ACIAM) € 25.000,00
TOTALE €. 25.000,00

[n. 7/2013]
Opere di viabilità interna e di arredo urbano in località Capoluogo e Frazioni
(3- CAPITALE PUBBLICO E/O PRIVATO)
ACIAM + Imerys = € 130.000,00
TOTALE €. 130.000,00

[n. 1/2014]
Recupero capannone ex cooperativa per attività di ludoteca
(3- CAPITALE PUBBLICO E/O PRIVATO)
ACIAM + Imerys = € 180.000,00
TOTALE €. 180.000,00

[n. 2/2014]
Opere di viabilità interna e di arredo urbano in località Gioia Vecchio – I° LOTTO
(3- CAPITALE PUBBLICO E/O PRIVATO)
ACIAM + Imerys = € 104.000,00
TOTALE €. 104.000,00


I nomi dei privati (che non c’è solo Aciam) testimoniano bene quale sarà il destino del nostro territorio: distretto coloniale-minerario. E quali benefici si otterranno, in cambio!
Complimenti ed auguri.

Il Martello del Fucino – Franco Massimo Botticchio

pag-37-memoria-aciam-9-1211.jpg

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email