Giù le mani dall’informazione. SITe.it aderisce alla protesta lanciata dalla FNSI

Certo i flashmob sono senz’altro insufficienti, ma la direzione  è quella giusta: la redazione di site.it aderisce alla protesta della FNSI.

Ritrovarsi in piazza contemporaneamente – spiega Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi – significa respingere tutti insieme attacchi volgari e inaccettabili contro l’informazione e i giornalisti. Ormai non si tratta più di episodi isolati, ma di azioni mirate a screditare una categoria di professionisti con lo scopo di disorientare l’opinione pubblica. Una forza politica, il M5s, che teorizza il superamento del Parlamento e della democrazia liberale ha messo nel mirino i giornalisti e gli editori perché per realizzare questo progetto bisogna togliere di mezzo tutti gli organismi intermedi e impedire ai cittadini di conoscere. Soltanto un’informazione debole, docile o assente può consentire alla disinformazione di massa, veicolata attraverso gli algoritmi e le piattaforme digitali, di prendere il sopravvento e di manipolare il consenso e le coscienze dei cittadini. E’ un disegno al quale bisogna opporsi con forza“.

Di seguito riportiamo il comunicato stampa di SGA, sindacato giornalisti Abruzzo e dalla FNSI, Federazione nazionale della stampa italiana.

COMUNICATO STAMPA

Giù le mani dall’informazione – Flash mob martedì anche a Pescara

Giù le mani dall’informazione. Anche il Sindacato Giornalisti Abruzzesi organizzerà per martedì mattina, davanti alla Prefettura di Pescara, un flash mob per lalibertà di stampa a cui sono invitati a partecipare non solo tutti i colleghi,ma anche associazioni ed esponenti della società civile, che hanno a cuore undiritto fondamentale, quello dei cittadini a essere informati.

“La catena di offese che esponenti del Governo rivolgono da mesi, indistintamente, a tutta la nostra categoria professionale – sottolinea il segretario Sga Ezio Cerasi – è il segnale di un fastidio nei confronti di ogni libertà, offende donne e uomini del nostro Paese, la loro capacità di scegliere, di riflettere su temi e problemi, di distinguere. Per questo vorremmo accanto a noi soprattutto i cittadini, coloro che ancora credono nei valori costituzionali e nell’informazione vera, quella che approfondisce la realtà quotidiana, quella che porta allo scoperto mafie, tangenti e malaffare. Quella che dà voce e illumina realtà sociali spesso dimenticate”.

L’appuntamento è per martedì 13 novembre dalle 12 alle 13 in piazza Italia a Pescara.

SGA, Sindacato giornalisti Abruzzo e FNSI, federazione nazionale stampa italiana

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email