Crisi umanitaria a Gaza: agenzie delle Nazioni Unite smentiscono Israele

Dopo otto giorni di bombardamenti aerei, Israele ha lanciato l’attacco via terra alla striscia di Gaza. Il Ministro degli esteri Livni, ha motivato questa decisione sostenendo che a Gaza non esiste una emergenza umanitaria, negando ogni evidenza e malgrado i dati forniti dalle Agenzie delle Nazioni Unite, in particolare l’Organizzazione per il coordinamento delle questioni umanitarie e il Programma alimentare delle Nazioni Unite.Il rapporto dell’OCHA del 2 gennaio (che può essere letto integralmento sul sito www.ochaopt.org) inizia così:

” La crisi umanitaria nella striscia di Gaza è consistente e non può essere sottostimata. Fa seguito a quello che le NU hanno descritto come “crisi della dignità umana” di 18 mesi, nella striscia di Gaza, include una massiccia distruzione di vite umane e un significativo deterioramento di infrastrutture e servizi di base.
Elementi della attuale crisi umanitaria:
– Violenza
– Alimentazione
– Salute
– Carburante/elettricità
– Acqua e servizi igienici
– Rifugi
– Passaggi
– Necessità di beni di prima necessità da importare “

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email