COMUNICATO STAMPA

Sabato 1 marzo ad Avezzano continua il ciclo di incontri della Libera Scuola Marsica

Un’altra educazione è possibile, e in questi giorni la fiction televisiva “Non è mai troppo tardi”, sulla pedagogia del maestro Alberto Manzi, riporta d’attualità argomenti come i voti, le schede di valutazione, l’educazione al servizio dei bambini.

Alberto Manzi è uno degli ispiratori del progetto Libera Scuola Marsica. Insieme a don Lorenzo Milani, Mario Lodi, Maria Montessori, Rudolf Steiner.

Per parlare di un’altra educazione possibile, un gruppo di genitori ha dato vita a un gruppo di lettura e discussione per capire se anche nella Marsica può nasce una scuola alternativa. Il progetto sta riscontrando interesse, contatti in tutta Italia, e il primo incontro ha visto una notevole partecipazione di genitori interessati, o semplicemente incuriositi.

Il secondo incontro avrà luogo presso la libreria “Vieniviacon me” di Avezzano, di fronte al Municipio, sabato 1 marzo alle ore 17. Titolo dell’incontro è “Il bambino cresce imitando gli adulti, quindi meglio farlo giocare o farlo partecipare alle attività familiari?”, e sarà l’occasione per parlare del valore dell’esempio che gli adulti riversono per i bambini fin dai primi mesi di età, e di come il bambino cresca non solo col gioco, ma anche imparando i gesti quotidiani degli adulti. Nella Libera Scuola i bambini sono coinvolti in attività domestiche, vengono invitati spesso “a dare una mano”, come metodo pedagogico.

Tutti gli incontri sono gratuiti. La Libera Scuola Marsica ha un sito internet e una pagina Facebook, piene di stimoli interessanti di riflessione.

Per informazioni e contatti:

liberascuolamarsica@gmail.com e  340 3496811 (Fabiana)

Avezzano,  25 febbraio 2014

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email