Come si registra una testata giornalistica

f-v-ruggieri3.jpgOggi non è ancora chiara la netta interpretazione delle nuove leggi che regolano Internet e la stampa. In ogni caso è possibile registrare una testata giornalistica (online o tradizionale), presso la cancelleria del tribunale nella cui circoscrizione la testata ha la redazione.
Ogni giornale deve prevedere la figura di un direttore responsabile, per la responsabilità penale, mentre proprietario ed editore sono responsabili civilmente.
In un apposito modulo che rilascia la cancelleria del tribunale, è richiesta una dichiarazione con firma autenticata con indicati nome e domicilio del proprietario e del direttore, titolo e natura della pubblicazione, periodicità della testata. Inoltre, i certificati di nascita, residenza e cittadinanza del direttore e del proprietario e i documenti che confermano il possesso dei requisiti per l’iscrizione nelle liste elettorali politiche.
Serve infine un documento che comprovi l’iscrizione del direttore all’Ordine dei Giornalisti (è sufficiente un pubblicista).
Nel caso il proprietario è una persona giuridica (es. associazione), sarà necessario presentare copia dell’atto costitutivo e dello statuto (le ditte o società anche il certificato d’iscrizione alla Camera di commercio).
Sulla pubblicazione, per legge, devono sempre essere indicati luogo e anno della pubblicazione, il nome e il domicilio dello stampatore (che nel caso della testata online corrisponde al provider), dell’editore e il nome del direttore responsabile.
Maggiori informazioni possono essere richieste all’Ordine dei giornalisti o direttamente alla Cancelleria del tribunale.

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email