Avezzano – Confidenza stampa del sindaco De Angelis: « Che cosa è successo? Non lo so! »

Gabriele De Angelis

Non è un refuso. Quella tenuta oggi dal sindaco sfiduciato Gabriele De Angelis non può essere certo definita una “conferenza stampa”. Il primo cittadino, che ha convocato per oggi alle 12 i giornalisti in Municipio, ha infatti concluso il suo monologo senza lasciar spazio alle domande dei giornalisti presenti: una “confidenza stampa”, appunto.

A modo suo il sindaco De Angelis ha dimostrato coerenza e anche nel momento dell’estremo saluto se ne è andato esattamente mantenendo lo stesso stile con cui ha amministrato la città in questi due anni: ha parlato solo lui, anche in conferenza stampa.

Una lunga confidenza che può essere perciò riassunta con una sola delle frasi pronunciate oggi dal sindaco: « Che cosa è successo? Non lo so! ».

De Angelis, in realtà, ha parlato a lungo ma, al netto di autocelebrazioni, ricostruzioni faziose e promesse per il futuro tanto roboanti quanto improbabili, gli unici attimi di ansia-trepidazione-inquietudine si sono vissuti quando è passato ad insultare la lunga sfilza di consiglieri che in questi mesi lo hanno contrastato, fino alla sfiducia di sabato scorso.

A parte qualche allusione ad oscuri retroscena che si nasconderebbero dietro la sua parabola amministrativa, nel dettaglio De Angelis non ha fatto nessun nome e nemmeno citato nello specifico i pur evocati interessi indicibili. Insomma, oltre alle pesanti allusioni, sul punto più interessante De Angelis non ha dichiarato nulla, nada, rien, nichts, nothing.

I ringraziamenti di De Angelis

De Angelis ha concluso l’incontro con i ringraziamenti di rito a tecnici e dirigenti comunali e poi a consiglieri, assessori e collaboratori rimasti, nonostante tutto, al suo fianco. Ed ha concluso il giro dei ringraziamenti ai fedelissimi pronunciando queste toccanti parole:

« E in ultimo ma non per ultima, la mia “spina nel fianco”, Magda Tirabassi, addetta ai social. Che si è scatenata dalla mattina alla sera a difendere tutto quello che era possibile difendere, senza far mancare mai il coraggio che le riconoscono tutti quanti di avere »

I buoni e i cattivi

De Angelis, infine, ha voluto ringraziare anche la stampa, dopo averla però divisa in due categorie: quella “amica” e quella “nemica“.

Per quanto riguarda la testata SITe.it, il sindaco non si è pronunciato ufficialmente in quale dei due elenchi siamo stati inseriti. Alcuni indizi ci lasciano però sospettare che facciamo parte dell’elenco dei cattivi: nel luglio scorso l’assessore alla sicurezza Leonardo Casciere annunciò a mezzo facebook una querela nei nostri confronti, di cui si sono però perse le tracce.

La « Spina nel fianco » di De Angelis

Quelle che seguono sono parole che avremmo fatto volentieri a meno di scrivere ma – dopo le dichiarazioni ufficiali fatte sul punto proprio dal sindaco De Angelis – siamo costretti a farlo.

Sono frequenti le segnalazioni da parte di nostri lettori che ci riferiscono di aver subito fastidiose pressioni da un membro dello staff del sindaco che – dopo aver citato l’analisi dei like messi da questi lettori ai nostri articoli – li invitavano con insistenza a boicottare la nostra testata.

Ma è successo anche di peggio: per interposta persona, diverse minacce gravi e nemmeno tanto velate sono stare rivolte nei nostri confronti sempre dallo staff del sindaco Gabriele De Angelis.

Affermazioni certamente gravi, le nostre, ma di cui siamo comunque in grado di dimostrare l’autenticità.

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email