Avezzano: “Attenti alle telecamere” – Falle sulla sicurezza, amministrazione nella bufera

Vicenda “Spaccio al mercato”: quello che non doveva succedere è successo. Sabato scorso, i residenti di un’abitazione di piazza Torlonia, in particolare quando entravano e uscivano di casa, si sono sentiti apostrofare con il grido “Attenti alle telecamere!”. A lanciare l’avvertimento, per tutta la durata del mercato settimanale, diversi ambulanti campani. Sull’inquietante episodio annunciato un esposto alle forze dell’ordine.  GUARDA IL VIDEO

A prima vista sembrerebbe un semplice sfottò, ma la questione potrebbe invece essere molto più seria. L’episodio richiama direttamente in causa l’amministrazione comunale, sospettata di essere responsabile di una fuga di notizie in merito a una segnalazione riservata corredata da un video “non in elenco”, che il 25 giugno scorso un cittadino ha consegnato all’Assessore alla sicurezza Leonardo Casciere. Alcuni fotogrammi del video – che rendevano però identificabile il luogo delle riprese (e quindi anche gli autori della segnalazione riservata) – sono poi inspiegabilmente finiti pubblicati su un quotidiano regionale.

L’autore della segnalazione e delle riprese – dopo gli ultimi e preoccupanti sviluppi – ha deciso di uscire dall’anonimato: si tratta di Marco Di Gennaro, collaboratore storico di questa testata, che ha il proprio studio proprio in quell’edificio. Sull’episodio ha annunciato un dettagliatissimo esposto, questa volta alle forze dell’ordine: “Avevo segnalato quanto accadeva in via riservata all’assessore alla sicurezza Leonardo Cascieredichiara Di Gennaro – mi sono invece ritrovate sbattute le immagini sulla carta stampata, rendendomi così identificabile. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Andrò fino in fondo contro TUTTI i responsabili – conclude Di Gennaro – soprattutto per la sicurezza dei miei familiari, messa a rischio da una gestione quantomeno discutibile della mia segnalazione”.

Ma come si è arrivati a questo epilogo?

SITe.it si era già occupato della vicenda in questo articolo: Avezzano. Spaccio al mercato: l’autogol dell’amministrazione. E’ giallo.
In esso si rendeva noto che dopo una Segnalazione riservata fatta da un cittadino si era registrata da parte dell’amministrazione comunale una fuga di notizie, poi inspiegabilmente pubblicate da un quotidiano regionale. Nell’articolo si stigmatizzava l’episodio che, con la pubblicazione di alcuni fotogrammi, esponeva a possibili e seri rischi l’autore della segnalazione che era – e doveva rimanere – riservata.

Il colpo di teatrino e le minacce a SITe.it

Il nostro articolo allarmato suscitava invece la reazione scomposta dell’assessore alla sicurezza, avv. Leonardo Casciere, che reagiva notificandoci a mezzo facebook la denuncia alla Commissione disciplina della stampa e il preannuncio di una querela nei nostri confronti.

Nel suo post l’assessore Casciere ci accusa di averlo diffamato perché “La notizia è FALSA”: curiosamente lo fa attraverso due dichiarazioni che ad una rapida verifica si sono rivelate, queste si, false. Nella prima l’assessore sostiene che quel video “chiunque poteva utilizzarlo” (e abbiamo dimostrato che non è vero). Nella seconda afferma che “il giornalista, che ha pubblicato dei fotogrammi, mi ha confermato di averlo avuto da un suo confidente”: il giornalista in questione ci ha invece ripetutamente assicurato di non avere avuto, al riguardo, nessun contatto con Casciere.

Alle minacce rivolte dall’assessore alla sicurezza la nostra redazione ha già risposto con questo articolo: Avezzano – Spaccio al mercato, colpo di teatrino: l’assessore Casciere minaccia i giornalisti. Nel pezzo si respinge il tentativo di intimidazione, si conferma il contenuto dell’articolo precedente e si ricostruiscono su base documentale tutti i passaggi successivi alla consegna all’assessore Casciere del video riservato.

«Casciere: più vigilanza al mercato»

Così, l’assessore leghista, rassicurava gli avezzanesi dalle colonne di un quotidiano regionale il 18 luglio scorso: “Stiano tranquilli i cittadini, però, sabato vi sarà un’attenzione più particolare per il mercato”. Siamo certi che chi sabato mattina al mercato settimanale doveva garantire questa attenzione particolare, abbia almeno sentito i continui avvertimenti “Attenti alle telecamere!“. E magari identificato gli autori.


LEGGI ANCHE:

 

Commenti su Facebook
Print Friendly, PDF & Email