Anche Noi per Miguel

4837 atleti regolarmente al traguardo della gara, cui si aggiungono i 2000 che hanno preso parte alla non competitiva, non lasciano spazio a dubbi: La Corsa di Miguel è un successo che va consolidandosi nel tempo. Ciò che porta a correre in così tanti per “solamente” per 10 km (4 per la non competitiva) probabilmente va ricercato tra le finalità strettamente atletiche – un buon piazzamento (o addirittura una vittoria per chi ci riesce) può essere molto gratificante, visto il livello – come pure tra le tipicità del percorso, capaci di accontentare non solo i podisti più esigenti – più è “veloce” e meglio è – ma anche permettere di vivere monumenti quali lo Stadio dei Marmi, l’ Olimpico ed il Parco del Foro Italico, passando per Ponte Milvio e il nuovo Ponte della Musica con il Tevere sempre di fianco. Ma questa Corsa ha anche e soprattutto finalità extra sportive che la contraddistinguono, dal momento che è portatrice di valori come lotta al razzismo e alle sopraffazioni sociali in ricordo di Miguel Benacio Sànchez, giovane poeta e podista argentino desaparecido dal 1978 durante la dittatura di J. R. Videla. Anche quest’anno il risultato è stato una gara di livello, un fiume di podisti felici di correre nel centro della Capitale e in generale una festa di Sport, cui ha partecipato anche la Nostra Squadra presente grazie all’ impegno profuso da Renato Piperni, Roberto Candeloro, Augusto Onelli, Tiziana Masella, Vittoriano Frigioni, Lucia di Fabio, Armida Leonio, Antonella di Carlo, Alberto Severini, Angela di Pasquale, Romolo Tinarelli, Danilo Mandato e Giampiero Martini: bravi! Allo stesso modo ci complimentiamo per la fatica spesa a Veroli da Lauro Pellegrini ed Elena Capizzi (3*SF35) in occasione del trail di 22,7 km!
Grazie a tutti Voi e W i RUNNERS AVEZZANO!

g.m.

Print Friendly
CONDIVIDI